Breve guida su come mettere la pettorina al tuo cane

Quando desideri uscire a passeggio con il tuo cane è bene, per la sua sicurezza e per quella degli altri, assicurarsi che indossi il collare o la pettorina. Questi due accessori, infatti, hanno la funzione di tenere il cane sotto controllo durante la passeggiata. Sarà il vostro cane, con i suoi comportamenti, a farvi capire se preferisce l’una o l’altra soluzione. Alcuni cani, infatti, non amano essere eccessivamente imbragati e altri non sopportano il collare, che percepiscono come mezzo coercitivo.

Molte sono le tipologie di collari e di pettorine presenti in commercio, e non sempre può risultare semplice scegliere tra tutti i prodotti disponibili. Spesso, per comodità viene acquistato il collare, ignorando i vantaggi della pettorina, che sono molteplici.

Sicuramente il primo vantaggio della pettorina è quello di non stringere il collo del cane cosicché, anche nel caso in cui dovesse tirare, non gli farebbe alcun male. La pettorina è inoltre difficile da sfilare: la sua tenuta sarà assicurata anche in caso di strattone improvviso all’indietro. Indossando la pettorina il cane avrebbe inoltre la possibilità di comunicare meglio con i suoi simili.

pettorina-cane

Ma come si applica la pettorina?

La pettorina è un’imbragatura che, a differenza del collare, avvolge delicatamente il cane, dal collo, al torace e fino alle zampe. Richiede quindi un po’ più di tempo rispetto al collare per essere applicata, e metterla per la prima volta potrebbe non risultare un’impresa semplice.

Come ti abbiamo anticipato, esistono diversi tipi di pettorine in commercio. La scelta della pettorina più adeguata per il tuo cane dipende dalla sua taglia, dall’età e dal suo carattere.

Una delle più semplici da mettere è probabilmente quella ad X. Per farla indossare correttamente al tuo cane non dovrai fare altro che sistemarla a terra, aperta e con le fibbie rivolte verso il pavimento, posizionarvi sopra l’animale assicurandoti che le sue zampe appoggino sugli spazi, che sono separati dalla fascia che passerà poi sotto il torace. Scorrendo la pettorina verso l’alto potrai agganciare le fibbie sul dorso.

Se invece opti per il modello infilabile dalla testa occorre verificare che siano presenti le linguette da adattare bene attorno alla pancia del cane. Alcune di queste pettorine permettono il fissaggio anche sul sedile della tua auto.

Le pettorine che si infilano dalle zampe sono perfette per i cani che camminano tanto e che fanno escursioni. In questo caso, bisogna fare attenzione affinché risulti ben agganciata e aderente al punto giusto, che non deve stringere troppo e soffocare il cane.

Quella però più semplice in assoluto da posizionare è sicuramente la pettorina ad H, meglio se dotata di due ganci di chiusura, che permettono di infilarla ancor meglio, e cinque punti di regolazione, per far si che si adatti perfettamente al corpo del cane.

Le pettorine ad un solo gancio vengono aperte e fatte passare dalla testa attraverso il buco opposto rispetto a dove si attacca il guinzaglio. Se la pettorina lo permette, basterà aprirla, farla passare tra le zampe anteriori sotto al torace e agganciarla. Se invece la pettorina presenta l’anello, sarà necessario far alzare la zampa del tuo cane per farla passare da sotto e agganciarla.

cane-pettorina

Le pettorine dotate di due ganci vanno indossate aprendole e infilandole dalla testa attraverso il buco all’attaccatura del guinzaglio, per poi far passare il resto sotto al torace, in mezzo alle zampe e agganciarle ai lati.

La più pratica è quella a quattro ganci, anche se di questa tipologia ne sono presenti poche in commercio. A differenza di tutte le altre, permette di essere indossata dal cane senza bisogno di far passare la sua testa attraverso il buco: sarà sufficiente agganciarla da un lato, posizionarla sul cane, e agganciare gli altri tre punti.

Un’altra pettorina molto pratica è quella ad Y, norvegese, dotata di gancio laterale: dopo aver fatto passare la testa del cane nella pettorina basta agganciarla facendo passare la fettuccia sotto il torace.

Sia per le pettorine a H che per le pettorine a Y è importante assicurarsi che la regolazione non sia troppo stretta ne’ troppo larga: devono essere aderenti al corpo senza stringere eccessivamente. Per capirne la giusta larghezza è sufficiente verificare che ci passino due dita, in modo tale da risultare sufficientemente larga ma non abbastanza perché il cane possa sfilarsela via.

Il tuo amico a quattro zampe avrà bisogno di un po’ di tempo per abituarsi alla pettorina. L’ideale è fargliela indossare gradualmente ed evitare di uscire già dalla prima volta in cui gliela proverai. Facendogliela tenere per un po’ addosso, premiandolo, magar con una carezza o con un biscotto e togliendogliela poi subito dopo dovresti riuscire ad abituarlo a questo accessorio e potresti ridurre il tempo necessario perché si abitui a questo nuovo accessorio.

Le migliori pettorine per cani

 

Leave a Reply